Non si tratta di strectching!

Quando si praticano gli Asana, si riporta la mente all’interno del corpo.  Dal momento che si dà attenzione piena ad ogni respiro, ad ogni movimento, alla più sottile delle sensazioni, il corpo si fa consapevole e la mente si stabilizza nel corpo, si radica. In questo modo , si comincia a vedere la relazione intima che intercorre fra i contenuti di ciò che si pensa, si sente, si immagina e la realtà fisica.

In questa riconciliazione fra corpo e mente, si comincia a sperimentare uno stato di unificazione invece che di separazione. E’ questa la differenza fra la pratica Yoga e lo strectching o qualsivoglia attività ginnica.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.